seguici anche su

Mensile Indipendente fondato e diretto da Donato D'Auria. Registrato presso il tribunale di Torino il 30 dicembre 2014 al n° 38

Economia

Il Molise é pronto al salto di qualità Internazionale con R.I.T.I

01 settembre 2018

Campobasso – Il 24 maggio 2018 si é costituito ufficialmente il Contratto di Rete per l’Internazionalizzazione delle Imprese Turistiche Molisane. Si tratta di un accordo (anche con personalità giuridica) stipulato fra cinque strutture di pregio molisane: la Piana dei Mulini di Colle d’Anchise, la Residenza Sveva di Termoli, il Domus Hotel di Bagnoli del Trigno, il BorgoTufi di Castel del Giudice e il villaggio rurale “le Sette Querce” di Sesto Campano. Si tratta, dunque, di cinque aziende che, di fatto, sono già ambasciatrici delle eccellenze molisane in campo nazionale e internazionale.

Molto spesso, la nostra testata ha parlato del Molise come di un territorio ricco di potenzialità, in grado di diventare una metà turistica molto nota tra i turisti che amano un turismo ”lento”, rispettoso della natura e delle architetture locali, oltre che di quelli interessati a scoprire una cucina ricca,di prodotti di qualità. Allo stesso modo, abbiamo spesso affermato che solo facendo squadra fra di loro gli imprenditori e le istituzioni del territorio avrebbero potuto farsi conoscere e apprezzare, soprattutto all’estero. Lo stesso si potrebbe dire di molti altri territori italiani, sia nelle regioni settentrionali che in quelle meridionali.

Finalmente, dunque, un gruppo di coraggiosi imprenditori ha deciso di uscire dalle strade di promozione turistica usuali e provando ad unire gli sforzi per aumentare la propria presenza a livello internazionale, in particolare partecipando a fiere internazionali riservate ad operatori del settore e organizzando degli “Educational Tour” riservati a operatori, giornalisti e blogger provenienti anche dall’estero, in particolare da Paesi come Stati Uniti, Canada e Cina, senza dimenticare un mercato con grandi margini di crescita per il Molise, quello relativo ale nazioni dell’area Adriatico-Ionica, come Croazia e Montenegro.

Questo progetto, a nostro avviso, costituisce un vero e proprio ”caso studio” per il nostro Paese. Raramente, infatti, sono gli operatori turistici di uno stesso territorio a muoversi in prima persona per far crescere, oltre alle proprie aziende, tutta la filiera produttiva dello stesso territorio, a partire dai produttori locali di materie prime. Uno degli obiettivi della R.I.T.I, infatti, é quello di far crescere tutto il “sistema Molise”, trasformando l’insieme di cinque strutture di pregio in un vero e proprio marchio riconoscibile, che unisca le strutture turistiche, la filiera turistica del turismo di pregio e le località turistiche molisane.

Già a partire dalla sua creazione, R.I.T.I si é dotata di un comitato di gestione composto da cinque membri (uno in rappresentanza di ogni struttura turistica) ed é guidato da un Presidente (si tratta di Fabrizio Vincitorio in rappresentanza della Residenza Sveva di Termoli) e da un vice-presidente, Marco Peluso di “Le Sette Querce”. Gli altri membri del comitato di gestione sono Michele Lucarelli per la Piana dei Mulini, Franco Mastrodonato per il Domus Hotel e Giuseppina Trapasso in rappresentanza del BorgoTufi. Il Coordinatore Tecnico del progetto é stato individuato nella persona di Marco Zollo, segretario di Imprese Molise.

In attesa di conoscere il futuro di R.I.T.I, che molto probabilmente sarà presentato ufficialmente in occasione di Terra Madre, possiamo comunque parlare di un esperimento coraggioso, in cui imprenditori privati decidono di fare squadra per il futuro delle loro aziende e del loro territorio. Queste cinque strutture turistiche sono dislocate in cinque zone diverse del Molise, dunque questa collaborazione potrebbe davvero far decollare tutto il territorio di una regione piccola è sottovalutata, ma comunque ricca di tesori. Donato D’Auria