La Juventus Women non si ferma e travolge il Chievo

Vinovo (To) - Sono bastati ventinove minuti alla Juventus Women per sbrigare la pratica Chievo. Le ragazze di Rita Guarino hanno ottenuto la decima vittoria consecutiva in campionato, mantenendo il vantaggio di tre punti nei confronti del Brescia. Il 27 gennaio la Juventus sfiderà il Tavagnacco (terzo in classifica) in trasferta: in caso di vittoria le bianconere saliranno a più undici proprio sul Tavagnacco, legittimando la qualificazione in Champions League (si qualificano le prime due) già dopo il girone d’andata.

La partita, di fatto, è finita quando Bendetta Glionna ha sbloccato il risultato. Da quel momento il Chievo Valpolicella, che fino a quel momento si era difesa con ordine, provando a fermare le trame offensive della Juventus. Dopo lo svantaggio, però, le clivensi si sono disunite, perdendo equilibrio difensivo, senza bussare quasi mai alla porta difesa da Laura Giuliani. Poco prima dell’intervallo la Juventus ha trovato il raddoppio grazie ad un gol su punizione di Katie Zelem.

Nel secondo tempo la Juventus è stata in grado di dominare la partita. Al terzo minuto, infatti, si é sbloccata Barbara Bonansea, che ha anche segnato il gol del 6-0 all’86’. Nel mezzo, hanno segnato la loro personale doppietta Glionna (splendida la sua rete, che ha finalizzato un’azione avviata dalla Rosucci) e Zelem, autrice di una delle sue migliori partite in bianconero. 

La Juventus Women, dunque, ha ottenuto la sua decima vittoria in altrettante partite di campionato. La squadra di Rita Guarino é riuscita a mettere in mostra le sue grandi qualità anche con il nuovo modulo, un 3-4-3 che ha consentito agli esterni di penetrare in profondità nella difesa del Chievo, squadra che sta disputando un ottimo campionato (é quinta insieme alla Fiorentina), ma che ha pagato la poca qualità e l’inesperienza dei suoi singoli, che nel secondo tempo si sono fatti travolgere dalla Juventus.

Arrivati quasi al giro di boa del Campionato, si può affermare che il livello medio del nostro calcio femminile é nettamente cresciuto rispetto alle passate stagioni, anche grazie all’ingresso di squadre molto solide dal punto di vista tecnico e finanziario, prima fra tutte la Juventus. Complice un avvio stentato della Fiorentina, che ha patito il doppio impegno campionato-Champions League, la lotta scudetto si é subito ridotta ad una lotta a due fra Juventus e Brescia. Per rendere ancora più avvincente il campionato sarebbe auspicabile, dunque, l’ingresso nel massimo campionato di tutte le “grandi” del campionato maschile, che farebbe crescere ulteriormente il calcio femminile italiano. Donato D’Auria