La Pro Vercelli sorprende la Spal e torna a correre verso la salvezza

La Pro Vercelli sorprende la Spal e torna a correre verso la salvezza

Vercelli - Dopo nove giornate, i Bianchi di Moreno Longo tornano al successo e ridanno ossigeno ad una classifica che poteva diventare veramente molto rischiosa. E lo fa in grande stile, sconfiggendo una delle squadre più in forma del campionato, stabile nelle zone alte della classifica già da diverso tempo, per di più giocando un calcio concreto ma anche spettacolare, capace di far emozionare il Silvio Piola.

Fin dal primo tempo la partita é stata combattuta, ma é stato in avvio di ripresa che la Pro ha preso definitivamente in mano le redini del gioco. Decisiva, a nostro avviso, la scelta di Longo di passare alla difesa a quattro, sacrificando in parte Berra ma arretrando Mammarella, che ha bloccato i rifornimenti sulle ali della Spal, che ha fatto fatica a sfruttare il potenziale offensivo di cui é dotata (Antenucci e Zigoni hanno fatto molta fatica).

Dieci minuti dopo l'inizio della ripresa, dunque, la la Pro Vercelli é passata in vantaggio grazie ad un bolide di Emmanuello dal limite dell'area. Il giovane regista scuola Juve, che ha segnato il terzo gol in stagione, ha finalmente trovato continuità, diventando di partita in partita sempre più importante per la squadra di Longo. Passano dieci minuti e i leoncelli trovano il raddoppio grazie a Morra, che ha reso la sua prestazione ancor più importante, mentre la Spal, quasi rassegnata, lascia la città piemontese con la testa.

Solo dopo il terzo gol della Pro Vercelli, realizzato dal centrocampista scuola Inter Palazzi (al primo centro nella serie cadetta), la squadra ferrarese ha avuto un sussulto d'orgoglio, che ha prodotto la rete di Bonifazi, ma soprattutto tanta confusione e un po' di panico per la Pro, che ha rischiato di rovinare sul più bello una prestazione maiuscola.

In un campionato difficile come la Serie B, tuttavia, la parola tranquillità deve essere bandita. Solo una settimana dopo questa impresa, infatti, la squadra di Longo si é fatta beffare negli ultimi minuti dal Brescia di Cristian Brocchi, squadra potenzialmente da play-off ma di fatto stagnante a metà classifica a causa di un lungo periodo di crisi. Una doppietta di Caracciolo ha condannato i bianchi ad un Natale in zona play-out, con un solo punto di vantaggio su Ternana e Avellino, in piena zona retrocessione diretta.

La classifica, però, é cortissima e muta praticamente ogni giornata. Tuttavia, i Bianchi saranno costretti ad affrontare, in rapida successione, il Frosinone al Piola e l'Ascoli in una pericolosa trasferta. Per provare a rimanere agganciati al treno salvezza, i leoncelli devono provare a fare punti in tutte e due le gare. Altrimenti, il progetto giovani che Longo sta sviluppando nella città delle risaie rischia di trasformarsi in una pericolosa corsa per evitare la retrocessione diretta. Luigi M. D'Auria