Il grande tennis ritorna ad Andria

Il grande tennis ritorna ad Andria

Andria (Bat) - Per il quarto anno consecutivo, si svolgerà ad Andria l'unico torneo internazionale di tennis su superficie veloce del meridione d'Italia. Confermato il montepremi di 42.500 euro e la location della manifestazione, ossia il Palazetto dello Sport di Viale Germania, unito come al solito alla palestra di Via delle Querce. Grazie al lavoro degli organizzatori (guidati dal direttore del torneo Enzo Ormas), il torneo é diventato un punto di riferimento del calendario autunnale dei tornei ATP Challenger.

Per coinvolgere maggiormente il pubblico, soprattutto nelle partite mattutine delle giornate infrasettimanali, gli organizzatori hanno deciso di stipulare una convenzione con il provveditorato agli studi, garantendo a diversi studenti delle locali scuole superiori delle ore di alternanza scuola-lavoro e  dando la possiiblità a diversi ragazzi di assistere alle partite , anche in orario scolastico. Come nelle scorse edizioni, l'ingresso sarà gratuito per tutta la durata della manifestazione, cosa che non accade in molti tornei Challenger.

Per quanto riguarda il lato puramente agonistico del torneo, fari puntati sullo spagnolo Tommy Robredo, ex numero 5 del mondo, che sta provando a rientrare dopo un lungo infortunio. Dopo essere stato eliminato in semifinale nel torneo di Brescia, Robredo avrà tutta la giornata di Domenica 20 novembre per raggiungere Andria, in tempo per l'inizio del tabellone principale, che partirà lunedì 21. Altri possibili protagonisti  sono lo svizzero Chiudinelli, il ceco Rosol e l'ucraino Stakhowski, tutti in cerca di riscatto dopo un 2016 negativo.

 Tra i giovani italiani, potrebbero ben figurare Lorenzo Sonego, Matteo Berrettini (entrambi in un ottimo momento di forma), ma il pubblico di casa sarà tutto per il tennista di Bisceglie Matteo Pellgrino, classe 1997, che ha disputato un grande 2016, diventando a tutti gli effetti un giocatore professionista. Tra i più esperti, potrebbero fare bene Salvatore Caruso e Luca Vanni, a patto che riescono a recuperare dalle fatiche del torneo di Brescia, in cui sono stati entrambi protagonisti fimo alle battute finali.

Nel frattempo, sono anche cominciati gli incontri del tabellone di qualificazione, che vede 29 atleti pronti a contendersi quattro posti nel tabellone principale. Tra i tennisti azzurri, gli unici due giocatori in grado di superare il primo turno sono stati Lorenzo Frigerio (tornato da un grave infortunio decisamente più incisivo nei tornei di singolo) e Luca Pancaldi. É iniziata ufficialmente, dunque, la quarta edizione di questo splendido torneo, che porterà il grande tennis ad Andria fino al 27 novembre. Luigi M. D'Auria