Tutto pronto per la prima edizione del "Credem Futures"

Tutto pronto per la prima edizione del "Credem Futures"

San Carlo Canavese (To) - È tutto pronto per il quarto torneo future della stagione tennistica italiana. Dopo gli eventi di Trento, Basiglio (Milano 3) e Sondrio sarà la volta di San Carlo Canavese, comune di quattromila abitanti che si trova ventisei chilometri a nord di Torino. I campi di gioco non saranno in terra battuta, come spesso succede nel nostro Paese, ma in play-it, superficie che caratterizza il nuovissimo villaggio sportivo "GonettaGo", che  farà battezzare i propri campi ai giocatori presenti. 

Alla conferenza di presentazione del torneo, svoltasi venerdì 1 aprile alle ore 11, ha fatto gli onori di casa l'amministratore unico di GonettaGo, Bruno Ubaudi, che ha ricordato gli sforzi incredibili dell'organizzazione, che é stata costretta a rimandare di qualche settimana il torneo per completare la struttura, che, come ricordato, é nuovissima. Ubaudi ha colto anche l'occasione  per ricordare che GonettaGo non vuole essere una struttura sportiva standard, ma una vera oasi di campagna dedicata  alle famiglie.

Gli organizzatori e gli sponsor di questo evento, tuttavia, non si pentiranno degli sforzi fatti per organizzare questo Future che, ricordiamo, ha un montepremi di 10000 dollari. A differenza di molti altri tornei, infatti, il Credem Futures vanta un buon numero di giocatori tra i primi 500 al mondo. La prima testa di serie sarà il francese Yannick Jankovits, numero 268 delle classifiche mondiali. Tra i suoi avversari più diretti ci saranno il brasiliano Feranando Romboli, poco adatto ai campi veloci ma specialista di questi tornei, e i migliori due italiani presenti in tabellone: Alessandro Bega, numero 311 del mondo, ed Erik Crepaldi, che gioca quasi in casa essendo originario di Vercelli. Tra le possibili sorprese, citiamo il croato (cresciuto tennisticamente a Milano) Viktor Galovic e Adelchi Virgili, giocatore estroso è sempre imprevedibile. 

Il tabellone principale prenderà il via lunedì 4 aprile, ma il grande tennis sarà di casa a San Carlo già da sabato 2, quando partiranno le qualificazioni, dove 32 giocatori si daranno battaglia per ottenere uno degli otto posti disponibili per il tabellone principale. Il tabellone cadetto terrà a battesimo i campi di questo innovativo Sport Village, creato da un gruppo di amici sognatori e visionari con la passione per lo sport e la campagna. 

In conclusione, non ci resta che fare un grande in bocca al lupo agli organizzatori (guidati dal direttore del torneo Marco Crugnola), che stanno dando vita al l'unico torneo internazionale su veloce indoor del Piemonte. Loro ed il pubblico che sarà presente meritano uno spettacolo di alto livello, come quello garantito da questi professionisti della racchetta. Donato D'Auria